0°C Can't get any data. Weather

,

Tag "Tari"

Amendolagine (M5S), boccia il Dup: “Un pasticciaccio brutto”

“Un pasticciaccio brutto” definisce così il Documento Unico di Programmazione approvato in Consiglio Comunale il portavoce biscegliese del M5S Enzo Amendolagine. Secondo l’esponente pentastellato il Dup avrebbe mostrato “l’ennesima impreparazione e approssimazione dell’Amministrazione Angarano”. Amendolagine ha messo in rilievo come siano “imbarazzanti alcuni dati di impianto generale del Dup: i dati della forza lavoro, divisi per settori economici, erano quelli del 2010; i dati sulle strutture turistiche e ricettive quelli

Angarano illustra il Dup e sulla Tari: “Aumento inevitabile ma ampliate agevolazioni”

Dopo un consiglio comunale, svoltosi fra venerdì 29 marzo e sabato 30, durato circa una quindicina di ore, il sindaco Angelantonio Angarano interviene per rispondere alle critiche mosse dall’opposizione sull’aumento della tariffa Tari del 5%, considerato “inevitabile” dal primo cittadino perché dovuto “ai maggiori costi di smaltimento dell’umido e dell’indifferenziato”. “Si tratta di un adeguamento calmierato a fronte dell’aumento medio del 60% dal 2013 al 2016”, afferma il primo cittadino.

Consiglio comunale: approvato Dup 2019-2021, rimandata ad oggi discussione su Tari

Ieri, venerdì 29 marzo, si è tenuta la seduta del consiglio comunale in programma dopo il rinvio di quella dello scorso 22 marzo. Un consiglio comunale con ben dodici punti all’ordine del giorno, tra cui l’approvazione del Dup 2019/2021 e la conferma delle aliquote Imu, Tasi e Irpef 2019. La seduta e si è aperta subito con una discussione su questioni formali, posta dal consigliere d’opposizione Francesco Spina: “Ritengo che la segretaria generale abbia abusato

Consiglio comunale, nuova seduta, tra i punti di discussione Dup, Tari, Imu, Tasi e Irpef

Avrà luogo domani, venerdì 29 marzo, la nuova seduta del consiglio comunale in seguito al rinvio di quella dello scorso 22 marzo. Oltre ai quattro punti all’ordine del giorno della scorsa seduta (approvazione Dup 2019/2021, revoca delibera n. 114 del 2004, modifiche regolamenti consulte e comunicazione al consiglio su Tuel e regolamento contabilità), se ne aggiungeranno nove che riguardano l’approvazione delle tariffe Tari 2019 e la conferma delle aliquote Imu,

Spina denuncia consulenza finanziaria esterna in materia Tari dal costo di 10mila euro

“La Ripartizione finanziaria guidata dal dottor Angelo Pedone, ha abdicato ad una sua storica e doverosa funzione di stilare il Pef (Piano economico finanziario), sulla base del quale vengono determinate le tariffe della Tari”, a renderlo noto è il consigliere di opposizione Francesco Spina che ha anche sottolineato come a suo dire “si tratta di una semplice operazione aritmetica con cui si determina la somma complessiva dei costi relativi alla

Spina: “Avevamo visto giusto sui debiti fuori bilancio dell’igiene urbana occultati nell’assestamento”

Bocciatura di fine anno all’amministrazione comunale da parte del consigliere di opposizione Francesco Spina. “Chiusura d’anno con un altro spreco di risorse pubbliche”, ha affermato senza giri di parole l’esponente dell’opposizione che ha poi aggiunto, “non hanno i soldi per i tirocini lavorativi e per i contributi di povertà, ma hanno soldi per nominare avvocati non biscegliesi per difendere gli errori e le violazioni di legge dei loro “strani” provvedimenti

Francesco Spina: “Avevamo ragione, i cittadini risparmieranno 400mila euro sulla Tari 2019”

“Mentre chi governa è distratto da strani interessi e dai soliti attacchi personali a chi fa correttamente e gratuitamente l’opposizione, abbiamo ottenuto in queste ore un primo importante risultato”, ad affermarlo è il consigliere di opposizione Francesco Spina che poi continua asserendo, “non verranno pagate dal comune di Bisceglie, con i soldi della Tari dei cittadini, le fatture relative al secondo passaggio per il “secco” della differenziata”. Secondo quanto riportato

Il consigliere Spina risponde al vicesindaco Consiglio: “La Tari aumenta! Verità indiscutibile”

“Un ventriloquo dell’amministrazione di Angarano & Co., per non smentire la ormai diffusa fama di dire bugie ad ogni piè sospinto, ha smentito una verità indiscutibile: l’aumento Tari del 2019”, parte subito all’attacco il consigliere di opposizione Francesco Spina nella sua controreplica al vicesindaco Angelo Consiglio sul tema aumento della Tari 2019. L’ex sindaco ha mostrato una copia del bilancio impugnato al Tar proprio da lui: “la foto (qui di

Tari, Angelo Consiglio: “Ennesima bugia di Spina, quando governava tassa aumentata del 59%”

“Il riequilibrio e assestamento di bilancio non prevede un incremento della Tari per il 2019. E’ l’ennesima bugia del consigliere Spina. Negli ultimi anni, dal 2013 al 2017, la Tari, con Spina sindaco, è aumentata costantemente. Mediamente dal 2013 al 2014 la tassa è aumentata del 10%, dal 2014 al 2015 del 25% e dal 2015 al 2016 del 15%, per poi restare stabile dal 2016 al 2017. Ciò significa

Francesco Spina: “Presentato ricorso al Tar per scongiurare aumento Tari 2019”

“Alla luce della sordità e mancanza di trasparenza dell’amministrazione Angarano, sono stato costretto a proporre ricorso (in qualità di consigliere comunale e cittadino danneggiato dall’aumento Tari) al Tar Puglia-sezione di Bari per evitare che la Tari del 2019 aumenti sconsideratamente per i cittadini biscegliesi“. Ecco quanto comunicato, attraverso nota stampa, dal consigliere comunale di minoranza Francesco Spina. “Il primo agosto, infatti, la maggioranza consiliare ha approvato una deliberazione di ‘riequilibrio