0°C Can't get any data. Weather

,

Tag "giunta regionale"

Regione approva proroga del fermo per la pesca a strascico

La giunta regionale ha approvato la proroga al fermo per la pesca a strascico sino al prossimo 8 settembre. Il fermo sarebbe dovuto terminare il prossimo 28 agosto. Il fermo biologico viene adottato periodicamente per consentire la riproduzione delle specie ittiche. Una misura volta a garantire un idoneo equilibrio tra le risorse biologiche e l’attività di pesca. Ad essere soggette al fermo sono tutte “le navi da pesca iscritte nei

Asl Bat, il nuovo direttore generale è l’avvocato Alessandro Delle Donne

La giunta regionale ha scelto l’avvocato Alessandro Delle Donne, attualmente direttore amministrativo del Policlinico di Bari, come nuovo direttore della Asl di Barletta-Andria-Trani. Il direttore generale uscente, Ottavio Narracci, andrà invece a gestire l’Asl di Lecce. Prima che tali nomine divengano effettive, la Conferenza dei sindaci dell’Asl Lecce e dell’Asl Bat dovranno esprimersi entro trenta giorni dalla richiesta. “Gli obiettivi del mio mandato mi impegneranno da subito e sono la

Morosità incolpevole, la Regione mette a disposizione 104mila euro per Bisceglie

La giunta regionale ha messo a disposizione del comune di Bisceglie la somma di 104.378 euro per la concessione del contributo per gli inquilini morosi incolpevoli anno 2016. Per agevolare l’immediata erogazione dei contributi la regione Puglia ha anche deciso di corrispondere in acconto ai comuni il 30% del contributo, il comune di Bisceglie ha quindi a disposizione da subito circa 31mila euro da distribuire sotto forma di contributo ai richiedenti. 

Generazione Famiglia: “Bisceglie cade nella rete Re.A.Dy a sostegno delle politiche lgbt. Inaccettabile”

“Quest’oggi, 20 ottobre 2016, nel corso della seduta del consiglio comunale di Bisceglie, si discuterà dell’adesione del Comune alla rete Re.A.Dy, specializzata nell’introduzione nelle scuole delle teorie sulla sessualità fluida e indefinita, oltre che nel sostegno delle politiche lgbt (tra le diverse proposte della rete, avanzate in altre città italiane, vi è quella di introdurre, nei moduli scolastici, la dicitura “genitore 1 e genitore 2” al posto di  “mamma e