0°C Can't get any data. Weather

,

Tag "sangalli"

Gestione rifiuti, Tar respinge ricorso Sangalli. Angarano: “Dimostrata correttezza amministrativa”

La Sez. I del TAR Puglia Bari, con sentenza n. 186/2019, ha integralmente respinto il ricorso della Sangalli Giancarlo & C. S.R.L. sulla questione legata alla gestione dei rifiuti. La ditta aveva impugnato la Determina con la quale il Dirigente della Ripartizione Amministrativa aveva concluso per la “non aggiudicazione […] della gara per l’affidamento dei servizi di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani e speciali assimilabili agli urbani e dei

Ambiente 2.0 diffida il comune: “No aggiudicazione a Sangalli mancano requisiti morali”

A seguito del consiglio comunale monotematico sull’igiene urbana svoltosi ieri sera, il consorzio Ambiente 2.0 ha diffidato il comune di Bisceglie dal voler procedere all’aggiudicazione definitiva dell’appalto per la raccolta e trasporto rifiuti in favore della ditta Sangalli. L’intricata vicenda giuridica che interessa il servizio igiene urbana del comune di Bisceglie parte dalla gara d’appalto realizzata su delega dell’Aro Bat 1 nell’ottobre 2015. L’appalto settennale per un importo di 47milioni

Igiene urbana: il consiglio comunale serve solo a riepilogare. Polemiche sulle assenze / VIDEO

“Democrazia vuol dire anche libertà, libertà di essere assenti. L’assenza è anche una forma di espressione in politica”. Sono le parole del consigliere comunale di maggioranza Pietro Consiglio a scatenare la bagarre nel consiglio comunale di lunedì 16 aprile, incentrato sull’igiene urbana, a cui hanno assistito molti dipendenti di Ambiente 2.0 preoccupati per il subentro della Sangalli nel servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti e, di conseguenza, per il

Sit-in operai igiene, Fata: “Garantiremo diritti”, Casella: “Amministrazione confusa” / VIDEO

“C’è una sentenza a favore della Sangalli e dobbiamo rispettarla, ma abbiamo già aperto un dialogo proficuo e serio con i responsabili perché vengano tutelati il servizio e la città, ma soprattutto i lavoratori“. Ha risposto così stamane, 7 aprile, il sindaco facente funzioni Vittorio Fata ai lavoratori del settore igiene urbana che hanno organizzato una protesta di fronte a Palazzo san Domenico, preoccupati per il subentro, che potrebbe avvenire dal

Gestore igiene urbana, dipendenti preoccupati per nuovo cambio scrivono a sindaco

Desta nuova preoccupazione per gli addetti ai lavori la situazione legata al possibile cambio di gestione dell’igiene urbana a Bisceglie da Ambiente 2.0 alla Società Sangalli Srl.  Una vicenda che ha portato i lavoratori dei sindacati Funzione Pubblica Cisl Bat, Fit Cisl Bat e Fiadel Bari a scrivere per la seconda volta una missiva al Comune di Bisceglie, dopo quella dello scorso mese di dicembre (leggi qui). La volontà è quella di

Igiene urbana: Sangalli ad Ambiente 2.0, “Tentativo di paralizzare decisione Consiglio di Stato”

“Il gratuito tentativo del Consorzio Ambiente 2.0 di screditare l’immagine dell’Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. è strumentalmente finalizzato solo a tentare di paralizzare gli effetti della decisione del Consiglio di Stato n. 659 del 31/01/2018, che ha confermato l’illegittimità dell’aggiudicazione dell’appalto dei servizi di igiene urbana presso il comune di Bisceglie in capo al Consorzio Ambiente 2.0”. Esordisce così la società Sangalli in merito alle dichiarazioni fatte dal gruppo

Igiene urbana, Ambiente 2.0 diffida il Comune: “Sangalli priva dei requisiti per subentrare”

“Ambiente 2.0 diffida il comune di Bisceglie dal voler procedere all’adozione del provvedimento di aggiudicazione definitiva del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti nel comune di Bisceglie alla società Sangalli e alla stipula del relativo contratto”. A farlo sapere è la stessa società che gestisce il servizio igiene urbana nella città di Bisceglie. “In caso contrario”, si legge nella nota, “la scrivente sarà costretta a tutelare la propria posizione

Cambio gestore igiene urbana dopo sentenza Consiglio di stato, Fata: “nessun dramma”

Il Consiglio di stato ha respinto il ricorso della ditta Ambiente 2.0 contro la sentenza del Tar Puglia che accertava “l’insussistenza dei requisiti formali” della ditta lombarda nella gara d’appalto per il servizio igiene urbana. Lo scorso agosto il Tar di Bari si è espresso sul ricorso presentato dalla ditta Sangalli, terza classificata nella gara d’appalto proprio alle spalle della ditta Ambiente 2.0, per l’annullamento previa sospensiva del “provvedimento, di

Igiene urbana, Ambiente 2.0 ricorre contro sentenza del Tar su insussistenza requisiti formali

La ditta Ambiente 2.0, attuale gestore del servizio igiene urbana del comune di Bisceglie, ha presentato ricorso in Consiglio contro la sentenza del Tar Bari con la quale, nell’agosto scorso, è stata accertata l’insussistenza di alcuni requisiti formali del consorzio lombardo e quindi il diritto della ditta Sangalli (terza classificata dopo Camassambiente e Ambiente 2.0 nella gara d’appalto) a prendere il posto della ditta lombarda nella gestione del servizio igiene urbana di Bisceglie (leggi

Igiene urbana, Tar: legittimo il recesso da Camassa e “insussistenza requisiti formali Ambiente 2.0”

Due diverse sentenze del Tar Puglia stanno interessando in questi giorni il servizio igiene urbana della città di Bisceglie. Come annunciato già nel corso del consiglio comunale dello scorso 25 luglio (leggi qui), il Tar Puglia ha respinto il ricorso presentato da Camassambiente, nei confronti del Comune di Bisceglie, avverso l’atto di recesso contrattuale adottato a seguito dell’interdittiva antimafia disposta nei confronti della società. E, sempre il Tar Puglia, come