0°C Can't get any data. Weather

,

Tag "delega"

Politica, Di Tullio restituisce al sindaco la delega ai servizi cimiteriali

“Il 29 aprile scorso, essendo decorsi abbondantemente i sei mesi previsti dall’articolo 44 bis dello Statuto Comunale (che parla di una durata massima di sei mesi per le deleghe conferite dal sindaco, salvo proroga da parte del consiglio comunale, sempre su proposta del Sindaco, ndr), per correttezza istituzionale, regolarità ed opportuna sensibilità, ho sentito il dovere di restituire la delega ai servizi cimiteriali che il sindaco, con atto monocratico n.

Il sindaco Spina assegna la delega lasciata da Samanta Dell’Orco alla consigliera Giorgia Maria Preziosa

Il sindaco Francesco Spina ha conferito alla consigliera Giorgia Maria Preziosa l’incarico di “analisi e studio in materia di sistema bibliotecario locale con facoltà di acquisire dati e notizie presso gli uffici, di formulare proposte programmatiche ed operative, di monitorare gli effetti delle scelte assunte”. La delega alla consigliera, eletta nelle fila della lista civica “Bisceglie Sviluppo”, è arrivata tramite atto monocratico N.3/2015, datato 20/01/2015 e firmato dal sindaco Spina. Questa

Samanta Dell’Orco: «Difficile fare politica a Bisceglie, ma resto al mio posto»

Ha tenuto a precisare molti punti, molti aspetti della vicenda che l’ha vista protagonista negli ultimissimi giorni Samanta Dell’Orco, consigliera comunale eletta nelle fila del movimento di maggioranza “Cristiano-Democratici per Bisceglie”. Un intervento in consiglio comunale appassionato (lunedì 29 settembre) in cui ha citato Zagrebelsky, don Tonino Bello, Papa Benedetto XVI, qualche risatina fuori luogo e irriverente da parte di alcuni colleghi di maggioranza alle sue spalle, un ulteriore intervento

Valutazione su sistema bibliotecario, delega a consigliera Dell’Orco

Con atto monocratica n. 00010 del 13 maggio 2014 il sindaco Francesco Spina ha conferito una delega specifica alla consigliera comunale Samanta Dell’Orco. Si tratta di un “incarico di analisi e studio in materia di sistema bibliotecario locale con facoltà di acquisire dati e notizie presso gli uffici, di formulare proposte programmatiche ed operative, di monitorare gli effetti delle scelte assunte”, come si legge nell’atto pubblicato sull’albo pretorio on line.