Tag "Criminalità"

Amendolagine: “Che fine ha fatto conferenza servizi piano comunale contrasto alla criminalità?”

“Che fine ha fatto la conferenza di servizi per la redazione di un piano comunale di contrasto alla criminalità?” E’ la domanda che si pone il consigliere comunale di opposizione Vincenzo Amendolagine al termine del Consiglio comunale dello scorso 29 settembre. “Ho ribadito questa domanda in Consiglio comunale, invano. Abbiamo approvato una mozione nel consiglio di fine luglio – prosegue – con cui ci si impegnava a convocare la Conferenza

Libera il Futuro: “Su sicurezza chiesti dati al Comune, formalizzate proposte per contrasto criminalità”

“La scorsa settimana è stata pubblicata la Relazione del secondo semestre 2020 della Direzione Investigativa Antimafia. E per l’ennesima volta Bisceglie, insieme ad altre città della provincia, viene descritta come zona esposta alle mafie che colpiscono con estorsioni, usura, danneggiamenti diffusi, reati predatori e spaccio di droga ed esercitano un controllo capillare di ampie porzioni de territorio”. A dichiararlo attraverso una nota stampa è il Movimento Libera il Futuro.  

Libera il futuro su sicurezza e criminalità, la lista di proposte all’Amministrazione comunale

“Su sicurezza e contrasto alla criminalità sembra si stiano accendendo, finalmente, deboli luci dell’agenda politica del territorio e ci sia accorti, in parte anche a Bisceglie, che chi sollecitava iniziative di maggior attenzione, contrasto e presidio qualche ragione l’aveva e che non bastano i protocolli d’intesa e i “patti (sulla carta) per la sicurezza” a scardinare situazioni di illegalità diffuse e incancrenite. Leggiamo della prima riunione tecnica, ospitata in aula

L’allarme del procuratore Nitti: “Bat prima provincia per furti auto e terza per omicidi”

“Quella di Barletta-Andria-Trani è una provincia depredata e fortemente esposta alla infiltrazione criminale. Eppure, questo territorio nell’agenda nazionale delle emergenze criminali semplicemente non esiste”. A dichiararlo in una lunga nota è il procuratore di Trani, Renato Nitti, riportando i dati più significativi che fotografano la situazione criminale del territorio provinciale.  La Bat raggiunge primati negativi sotto molti profili: “È la prima delle 107 province italiane per furti d’auto – spiega

Analisi semestrale Dia su criminalità, Arena al sindaco: “Facciamo Stati Generali legalità”

Una fotografia dettagliata delle dinamiche criminali in un semestre segnato dal Covid. Dall’analisi semestrale della Dia, riferita al periodo gennaio-giugno 2020, emerge che le organizzazioni criminali non si sono fermate col lockdown. “Lungo la litoranea tra Trani e Bisceglie permane l’influenza dei clan baresi, in particolare i Capriati di Bari vecchia (come era emerso dall’operazione Pandora – giugno 2018). Intorno ai gruppi più o meno radicati sempre crescente è la

Prefettura, videoconferenza su possibili infiltrazioni criminalità nel commercio

Dopo le riunioni dei giorni scorsi, prosegue la massima attenzione della Prefettura di Barletta Andria Trani rispetto a possibili rischi di infiltrazioni da parte della criminalità nei confronti del tessuto produttivo e commerciale del territorio. Nel pomeriggio di oggi si è tenuta in videoconferenza una Riunione Tecnica di Coordinamento Interforze, presieduta dal Prefetto Maurizio Valiante, alla quale hanno partecipato i vertici provinciali delle Forze di Polizia di Bari, il Procuratore

Furti nelle campagne, diverse segnalazioni: ladri a caccia di rame, alluminio e ottone / FOTO

Nel corso delle ultime settimane sono giunte alla redazione di Bisceglie24 numerose segnalazioni riguardanti episodi di furti nell’agro biscegliese. Ad essere coinvolte, in particolare, sono decine di fondi delle zone di via Gavetino, strada comunale Macchione e strada provinciale 85, meglio nota come via Corato. Fil rouge che lega questi misfatti è la refurtiva. Ad essere sottratti sono elettrodomestici e attrezzi da lavoro d’ogni sorta per l’impiego del rame, porte


Il lavoro della nostra redazione è sostenuto dai ricavi ottenuti dalla pubblicità.
Per questo ti chiediamo di consentire la visualizzazione dei banner pubblicitari per proseguire la lettura dei nostri articoli.