“Al servizio del centro urbano vi sarà a breve il nuovo parcheggio nell’area ferroviaria i cui lavori sono in esecuzione”. Così l’assessore alla Polizia Municipale Vincenzo Valente in risposta a Giovanni Salerno promotore della petizione anti strisce blu. A seguito della nostra videointervista al promotore della petizione popolare volta a far rivedere all’amministrazione comunale i criteri di gestione delle aree di parcheggio, l’assessore alla Polizia Municipale Vincenzo Valente ha voluto puntualizzare pubblicamente alcuni aspetti sulla questione strisce blu e parcheggi.

“Nel centro urbano la chiusura imminente di via Aldo Moro (a giorni verranno aggiudicati  i lavori e l’area sarà cantierizzata per la pedonalizzazione) ha reso necessaria la riorganizzazione dei parcheggi a pagamento (strisce blu)”, sottolinea l’assessore. “L’entrata in vigore  delle aree blu nel centro urbano non è ancora partita in quanto la nuova pianificazione derivante dagli indirizzi comunali decorrerà dopo la realizzazione di alcune opere pubbliche fondamentali per la viabilità” aggiunge Valente. “La riorganizzazione dei parcheggi mira a compensare la perdita di stalli di sosta derivante dalla penalizzazione di via Aldo Moro e piazza San Francesco, ricomprese invece tra le aree di parcheggio individuate dalla delibera n. 495/97 adottata dalla precedente amministrazione comunale. Rispetto alla recedente organizzazione, sono stati riservati parcheggi per i disabili in rapporto di 1/20 su parcheggi totali”.

Vincenzo Valente conclude il suo intervento rivolgendosi direttamente a Giovanni Salerno: “Al promotore della raccolta di firme si ricorda che l’introduzione dei parcheggi con strisce blu risale, nell’assetto ancora oggi in vigore, alla delibera n. 495 del 19/06/1997 che il dottor Salerno non potrà non ricordare in quanto all’epoca ricopriva l’incarico di componente  del collegio dei revisori dei conti del comune di Bisceglie”.