Nella serata di martedì 2 giugno, intorno alle ore 21.30, piazza Vittorio Emanuele è stata scenario di una violenta rissa avvenuta all’altezza del Monumento ai Caduti. Secondo le prime ricostruzioni, un ragazzo di Trani di 16 anni si sarebbe avvicinato ad un gruppo di giovanissimi biscegliesi che sostavano in zona. Sarebbe quindi nata una forte discussione, sfociata dopo poco in un vero e proprio pestaggio. Il ragazzo di Trani, che ha perso copiosamente sangue, è stato soccorso da un’ambulanza del 118 e trasportato d’urgenza all’ospedale Bonomo di Andria. Il giovane era cosciente durante il viaggio.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Tenenza di Bisceglie, che hanno proceduto ad interrogare le persone presenti in zona, e gli agenti della Polizia Locale. Gli aggressori si sono dati alla fuga.

“Il grave episodio avvenuto stasera in piazza Vittorio Emanuele, dove un minorenne è stato aggredito da un gruppo di ragazzi, è folle, intollerabile ed inammissibile. Mi sono immediatamente recato personalmente al Comando di Polizia Locale e sono in contatto con l’Arma dei Carabinieri. Auspico che il lavoro delle Forze dell’ordine possa fare luce sulla vicenda e consentire di risalire ai responsabili. Ripudiamo con fermezza ogni forma di violenza. Sono letteralmente disgustato ed indignato per quanto accaduto. La nostra vicinanza al ragazzo aggredito ed alla sua famiglia”, questo è quanto ha scritto sulla personale pagina Facebook il sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano.